L’Alco, accordo sul contratto di solidarietà. Scongiurati 160 esuberi

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil Lombardia e i rappresentanti del gruppo L’Alco Grandi Magazzini hanno raggiunto un accordo per gestire senza fare ricorso alla mobilità, un eccesso di manodopera quantificato dall’azienda in 160 unità. Sarà possibile attraverso un anno di contratto di solidarietà, rinnovabile per altri dodici mesi. Ne saranno coinvolti 418 lavoratori, con una riduzione massima d’orario del 50%.

Un risultato importante – scrivono i sindacati in un comunicato – a tutela degli attuali livelli occupazionali in tutto il gruppo che gestisce la vendita all’ingrosso di generi alimentari con il marchio Altasfera a Rovato, Lonato del Garda, Braone, Pavia, Crespiatica (Lodi), Busto Arsizio (Varese) e Segrate (Bergamo), e la vendita al dettaglio per la rete di ipermercati a marchio Interspar di Orzivecchi (nella foto), Chiari e Rovato.

 

Rimane aperto, invece, il problema di L’Alco S.p.A. che gestisce il dettaglio di generi alimentari con supermercati a marchio Despar che conta complessivamente 550 dipendenti, dopo l’annuncio dell’azienda di chiudere nella nostra provincia i punti vendita di Chiari, Ghedi, Orzinuovi, Calcinato e Paratico, con circa 50 lavoratori che dovrebbero essere ricollocati all’interno delle altre ventisei strutture Despar.

Etichette: , , , ,