Negoziazione sociale, nel bresciano un quarto delle intese regionali

La negoziazione sociale dei sindacati dei Pensionati Cgil Cisl Uil nel 2019 si è concretizzata nel bresciano in 133 accordi: 6 con l’Ats e gli ambiti distrettuali, gli altri con le Amministrazioni comunali. E’ questo in estrema sintesi il bilancio presentato nel corso di una riunione dei gruppi dirigenti provinciali di Spi, Fnp e Uilp.

Nella nostra provincia si siglano più di un quarto delle intese lombarde e oltre il 10% di quelle nazionali.

I problemi degli anziani in condizione di fragilità sono molti, spesso legati a questioni economiche o a carenze dello stato sociale: con la negoziazione sociale il sindacato cerca di favorire interventi utili da parte delle istituzioni più vicine ai cittadini, oltre che di favorire l’estensione dei diritti e la partecipazione.

Per il 2020 le organizzazioni sindacali dei pensionati inseriranno nell’agenda del confronto con i Comuni la destinazione a progetti sociali delle risorse frutto del recupero dei beni sottratti alla criminalità organizzata.

 

 

Etichette: nessuna etichetta