Per non rimanere schiacciati dalla paura del virus.
Venerdi 23 ottobre (ore 10) seminario in diretta streaming

Tessile e abbigliamento Confapi, contratto rinnovato
TORNA INDIETRO

Tessile e abbigliamento Confapi, contratto rinnovato

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 25 Gennaio 2020

Uniontessile Confapi, Filctem Cgil, Femca Cisl E Uiltec hanno siglato l’accordo di rinnovo contrattuale 2019-2023 dei settori tessile, abbigliamento, moda, calzature, pelli e cuoio, penne, spazzole e pennelli, occhiali, giocattoli. L’accordo prevede un aumento medio sui minimi di 80 euro, che verrà distribuito in tre tranche.

 

 

L’ELEMENTO PEREQUATIVO

Per la prima volta viene istituito nel settore un elemento perequativo, pari a 110 euro annui, che verrà erogato annualmente ai dipendenti nelle aziende che non fanno contrattazione per i premi di partecipazione. L’elemento perequativo va ad aggiungersi alla garanzia retributiva, già esistente, che prevede 240 euro annui per tutte quelle aziende che non fanno la contrattazione di 2° livello.

 

PREVIDENZA COMPLEMENTARE E SANITA’ INTEGRATIVA

L’intesa stabilisce inoltre l’aumento del contributo destinato al fondo di previdenza integrativa “Fondapi” a favore di tutti i lavoratori iscritti, e la conferma sul fronte della sanità integrativa del versamento di 120 euro annue per ogni dipendente al fondo integrativo sanitario “Enfea Salute”, totalmente a carico delle aziende.

 

STOP AI CONTRATTI PIRATA

L’accordo introduce nei contratti di commessa il vincolo, per le imprese esecutrici, di applicare il contratto collettivo nazionale di lavoro di settore sottoscritto dalle organizzazioni sindacali nazionali di riferimento. Le imprese contoterziste o appaltanti dovranno applicare i contratti sottoscritti dai sindacati comparativamente più rappresentativi sul piano nazionale.

 

MALATTIA E CONGEDI PARENTALI

Il testo prevede anche l’aumento del periodo di aspettativa non retribuita per la conservazione del posto di lavoro, nel caso in cui il periodo di malattia abbia superato tale limite. Infine, sarà recepita la normativa per le unioni civili, sono stati introdotti elementi migliorativi per il congedo parentale e per le assenze durante le malattie del figlio, e sarà inviato ad Enfea un avviso comune per le prestazioni di sostegno a favore delle vittime di violenza di genere.