Fisco Day anche a Brescia: lavoratori contro tagli e chiusure

Anche a Brescia, come avevamo anticipato nei giorni scorsi, i dipendenti delle Agenzie Fiscali di Brescia e provincia si sono riuniti ieri in assemblea davanti alla sede provinciale dell’Agenzia delle Entrate di via Sorbanella 30. Un “fisco day” con tante richieste che sindacati e lavoratori hanno ribadito con forza:

 

 

  • risorse certe del salario accessorio, recupero di quelle “scippate”, tempi certi e accettabili per il pagamento (I lavoratori attendono ancora il pagamento di quelli del 2018 e 2019);
  • assunzione “pesante” di personale, riorganizzazione delle attività degli uffici considerando le crescenti carenze di personale, a partire da quelle a diretto contatto con il pubblico, ridefinizione dei budget;
  • conferma della presenza degli uffici sul territorio come presidio di legalità;
  • utilizzo di forme lavorative nuove come il telelavoro e lo smart working;
  • definizione di criteri trasparenti nell’assegnazione degli incarichi, valorizzazione delle figure intermedie anche in termini economici;
  • valorizzazione delle competenze professionali, impegno per una formazione diffusa, percorsi per lo sviluppo di carriera, le progressioni economiche, i concorsi interni per passaggi di area.

 

MARROCCOLI (CISL FP): NON SI PUÒ FARE LOTTA ALL’EVASIONE SE NON C’È PERSONALE

“Tagli del personale e disorganizzazione – ha affermato Marcello Marroccoli della Segreteria provinciale della Cisl Funzione Pubblica – stanno mettendo a rischio la lotta all’evasione in tutto il territorio lombardo. A fine anno solo in Lombardia ci saranno 750 dipendenti in meno a cui si aggiunge una grave carenza di dirigenti. Le uniche assunzioni previste sono di circa 120 nuovi dipendenti per tutta la regione, senza tenere conto dei pensionamenti dei prossimi anni”.

“Purtroppo queste sono cifre ufficiose – ha concluso il sindacalista – ma che temiamo a fine anno, anche per gli effetti di Quota 100, possano diventare ancora più preoccupanti. Tutto ciò è inaccettabile, sopratutto se si vuole fare una reale lotta all’evasione fiscale, tutelare i cittadini che le tasse le pagano e recuperare risorse per il taglio del cuneo fiscale. Abbiamo bisogno di un’alleanza forte con i cittadini, per il diritto di avere servizi pubblici efficaci ed efficienti”.

Etichette: , ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511