Tempo di festa, ma per tanti lavoratori Conad-Auchan è un incubo

I lavoratori Conad-Auchan manifesteranno lunedì 23 dicembre davanti alla sede di Regione Lombardia con le bandiere della Fisascat Cisl, di Filcams Cgil, e Uiltucs contro il piano di riorganizzazione di Conad.

A Natale non vogliamo regali, chiediamo solo solidarietà – scrivono i lavoratori in un volantinoe che questo gruppo di migliaia di lavoratrici e lavoratori, che nonostante tutto continuano a lavorare con professionalità e impegno, non venga distrutto per sempre”.

 

OLTRE 3.000 ESUBERI?

L’acquisizione della rete di vendita di Auchan e Sma da parte di Conad riguarda 6600 dipendenti in Lombardia, di cui 3100 non inclusi nel progetto di passaggio.

Negli ipermercati si prevede una riduzione delle superfici dei punti vendita mediamente del 30-50%. “Questo significa – spiegano i sindacati – un forte rischio che Conad crei una bad company dove abbandonare i lavoratori in esubero. Inoltre, nei negozi in cui è già avvenuto il cambio di insegne, su orari di lavoro, turni e festivi i lavoratori lamentano un peggioramento delle condizioni di lavoro.

 

CHIUSURE E INDISPONIBILITÀ

All’origine delle 8 ore di sciopero di lunedì 23 dicembre c’è il fallimenti dell’incontro di martedì al Ministero dello Sviluppo economico, dove l’azienda non solo non ha prodotto alcun elemento di novità sul piano di subentro nei punti vendita, ma ha manifestato assoluta indisponibilità ad entrare nel merito dello spinoso problema degli esuberi.

Etichette: , ,