La fusione Fiat-Peugeut: lavoratori nel Consiglio di amministrazione

Il quotidiano della Cisl “Conquiste del Lavoro” apre questa mattina con un titolo a tutta pagina: “La vittoria del modello Cisl”. L’articolo è firmato dal segretario generale Annamaria Furlan ed è dedicato alla fusione paritetica dei Gruppi Fca e Psa che porta alla nascita del quarto gruppo auto più grande del mondo. La soddisfazione del sindacato non è dettata solo dalle garanzie di operatività e occupazione per tutti gli stabilimenti e la prosecuzione dei piani industriali già avviati.

 

LAVORATORI COINVOLTI NELLE SCELTE E NELLE DECISIONI AZIENDALI

L’aspetto davvero innovativo dell’operazione – scrive la Furlan – è  l’ingresso di due membri in rappresentanza dei lavoratori nel Consiglio di amministrazione. Questo è il modello di democrazia economica che la Cisl ha sempre storicamente proposto per cambiare il sistema capitalismo nel segno della partecipazione, per modernizzare le relazioni industriali, coinvolgendo i lavoratori nelle scelte e nelle decisioni aziendali. Questa è la strada per alzare la produttività, la qualità dei prodotti ed anche i salari, accantonando l’antagonismo sterile”.

 

UNA LEZIONE PER TUTTI

“Una cosa va detta: – continua la sindacalista – l’accordo storico tra Fca e Psa è anche il frutto delle scelte responsabili che la Cisl ha fatto in questi anni, dagli accordi di Pomigliano in avanti, in tutti gli stabilimenti. Una lezione per tutti. Ecco perché speriamo che ora anche altre grandi aziende seguano questo modello partecipativo e porre le basi per un nuovo incontro tra capitale e lavoro, dare dignità alla persona“.

 

 

Etichette: , , , ,