Comune di Brescia e sindacati dei Pensionati, tanti impegni per il 2020

Coinvolgere, coordinare, analizzare. Sono i tre verbi che fin dalla premessa del “Protocollo d’intesa tra Comune di Brescia e sindacati dei Pensionati di Cgil Cisl Uil per l’anno 2020” ne dichiarano metodo e obiettivi.

E’ un’intesa programmatica di ampio respiro che allarga gli impegni del precedente protocollo di durata biennale sottoscritto nel 2018.

 

 

CIO’ CHE E’ STATO FATTO, CIO’ CHE SI AGGIUNGE

Se la prima parte del documento elenca in maniera dettagliata quanto realizzato fino ad oggi, la seconda affronta per capitoli i diversi sviluppi, a partire dalla spesa sociale per la quale, nonostante le difficoltà di bilancio, “l’Amministrazione comunale si impegna a mantenere il livello esistente per garantire i servizi in essere e la tutela delle situazioni di estrema fragilità”.

 

LA COLLABORAZIONE CON LA PROTEZIONE CIVILE

Un ambito di impegno assolutamente nuovo oggetto dell’intesa è dedicato alla collaborazione delle organizzazioni sindacali dei pensionati con la Protezione Civile in caso di particolari situazioni problematiche.

“Innanzitutto – spiega Giovanna Mantelli, che ha firmato l’intesa per la Segreteria provinciale della Fnp Cisl insieme ad Angelo Galeazzi, responsabile della Fnp per la città – con la promozione tra i pensionati di quei sistemi di allerta che possono essere attivati dal telefonino e che consentono in caso di bisogno non solo di lanciare un messaggio di allarme ma anche di trasmettere automaticamente la posizione in cui ci si trova e dunque di poter essere soccorsi esattamente dove ci trova. E poi lavoreremo alla individuazione di ‘segnalatori qualificati’ in grado di collaborare con le unità di crisi in caso di eventi sismici e meteorologici estremi. Organizzeremo inoltre corsi di auto protezione rivolti alla popolazione anziana”.

 

Non meno rilevante, infine, la decisione di costituire “un gruppo di studio che approfondirà tematiche specifiche dell’età anziana”.

 

 

 

Etichette: nessuna etichetta