Operaio muore incastrato tra un braccio meccanico e il tetto di una casa

Una nuova tragedia sul lavoro nel Bresciano. Un operaio, residente a Dalmine, è morto a Zurlengo, frazione del Comune di Pompiano. L’uomo, che aveva 52 anni, era su una piattaforma per installare dei cavi a ridosso di un edificio. Per cause che gli inquirenti stanno cercando di chiarire, l’operaio è rimasto schiacciato tra il braccio meccanico e il tetto di un’abitazione.

Nella foto la rimozione del mezzo da parte di Vigili del Fuoco intervenuti sul luogo dell’incidente.

Etichette: , , ,