Cisl Medici: bene il via libera al contratto, gap enorme da recuperare

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Contratto nazionale di lavoro della Dirigenza medica, veterinaria e sanitaria. Il testo verrà ora inviato alla Corte dei Conti, ultimo passaggio per chiudere un vuoto di contrattazione di oltre 10 anni. Il segretario provinciale di Cisl Medici, Angelo Cinelli, commenta così la notizia:

 

 

L’ESODO DEI PROFESSIONISTI DELLA SANITÀ PUBBLICA
SI FERMA CON SCELTE POLITICHE NUOVE

E’ un segnale positivo e speriamo che sia l’inizio di una politica nuova verso i professionisti della sanità pubblica. Perché di questo ha bisogno il nostro sistema di tutela della salute. Dieci anni di penalizzazioni hanno infatti portato ad un vero e proprio esodo di medici e specialisti verso la rete della sanità privata.

Quota 100 è stata poi il colpo di grazia, con migliaia di medici che hanno deciso di lasciare, ‘per stanchezza’ verrebbe da dire, aprendo un’emergenza alla quale il sistema sanitario sta rispondendo mandando allo sbaraglio specializzandi e neo laureati.

Un problema serio che non si può gestire se non si colma almeno in parte il gap dei trattamenti dei medici tra pubblico e privato. Oggi salutiamo la chiusura di un buon contratto, sperando che non sia arrivato troppo tardi per riparare i danni di un decennio di trascuratezza”.

 

 

Etichette: nessuna etichetta