Bollette telefoniche a 28 giorni, Adiconsum in campo per i rimborsi

Il Consiglio di Stato ha definitivamente stabilito la legittimità dei rimborsi per i consumatori e l’automatismo dei rimborsi per i clienti di telefonia mobile che si sono visti costretti a pagare bollette telefoniche a 28 giorni invece che a cadenza mensile.

 

COSA FANNO LE AZIENDE?

Fino ad ora, le aziende di telefonia si sono preoccupate di proporre ai propri clienti soluzioni alternative ai rimborsi con offerte di prodotti e servizi gratuiti, attraverso facili adesioni, riservando, invece, procedure più complesse per recuperare sulle bollette successive quanto ingiustamente pagato.

Ecco perché Adiconsum ha deciso di intervenire in soccorso di tutti i consumatori.

 

ADICONSUM IN CAMPO

Sul sito dell’Associazione dei consumatori promossa dalla Cisl è disponibile il modulo da compilare per richiedere il rimborso, dando mandato ad Adiconsum ad operare per conto del singolo consumatore. Adiconsum provvederà a raccogliere le domande e ad inviarle ogni 15gg (il 15 ed il 30 di ogni mese) alle aziende telefoniche corrispondenti, affinché procedano con i rimborsi.

Se le aziende non ottempereranno al rimborso entro i termini previsti dalle loro carte dei servizi, i consumatori potranno procedere ad attivare una conciliazione paritetica.

Il servizio è attivo anche presso le sedi territoriali Adiconsum.

Etichette: , ,