Sicurezza sul lavoro: più personale per il Servizio di prevenzione

Riunita nel pomeriggio nella sede di Regione Lombardia la Cabina di Regia regionale sulla salute e sicurezza sul lavoro. Vi hanno preso parte i segretari generali di Cgil Cisl Uil Lombardia, i rappresentanti delle associazioni datoriali e le direzioni sanitarie delle Ats, dell’Inail e dell’Ispettorato del Lavoro, Attilio Fontana, presidente della Giunta regionale, gli assessori Gallera (Welfare), Rizzoli (Istruzione Formazione Lavoro) e Mattinzoli (Sviluppo Economico).

 

Sono state discusse e condivise le linee d’azione che saranno attuate per contrastare l’andamento infortunistico, in netto aggravamento nel corso del 2019, con 62 morti rispetto ai 43 dello stesso periodo 2018.

ASSUNZIONI
Fra le misure urgenti c’è il rafforzamento del Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro (Psal) delle Ats, aumentando il personale da impegnare nell’attività ispettiva e di vigilanza sulle imprese con assunzioni a tempo indeterminato a cui si aggiungeranno ulteriori assunzioni a tempo determinato di tecnici della prevenzione utilizzando le risorse provenienti dalle sanzioni per le violazioni alle norme antinfortunistiche.

FORMAZIONE DEL PERSONALE
Per il sindacato sono oltremodo importanti gli interventi per migliorare competenze, professionalità e qualità dell’attività ispettiva, con la formazione del personale in servizio e la costituzione della task force per il monitoraggio e il coordinamento dell’attività di controllo e sviluppo dei piani mirati di prevenzione.

LA SCUOLA
Dalla riunione è emersa anche la volontà di promuovere una diffusa cultura della prevenzione, con il coinvolgimento degli studenti più prossimi all’inserimento lavorativo, attraverso l’accordo con l’Ufficio scolastico regionale e con l’Inail.

Etichette: nessuna etichetta