Sindacato, scienza e tecnologia: la Scuola regionale Cisl all’IIT di Genova

Prosegue il percorso formativo degli allievi della Scuola Sindacale Permanente promossa dalla Cisl Lombardia.

Alle sessioni in aula si è aggiunta nei giorni scorsi la visita all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. C’era anche Stefano Serlini (al centro, in piedi, nella foto), operatore della Fit Cisl di Brescia, uno dei tre bresciani che frequentano il corso regionale ed ha partecipato alla trasferta in Liguria.

 

FALLIMENTO NON SEMPRE È SINONIMO DI SCONFITTA

E’ stato molto interessante entrare a contatto con il mondo della ricerca tecnico-scientifica. Per me che arrivo da studi di Economia – spiega Stefano – è stato proprio andare alla scoperta di qualcosa di assolutamente nuovo. Cosa mi ha colpito di più? L’atteggiamento complessivo di questo mondo ipertecnologico e iperspecializzato: si gioisce, ovviamente, dei successi ma si impara tantissimo dai fallimenti”.

 

AL PASSO CON IL CAMBIAMENTO

“La conoscenza della realtà dentro la quale il sindacato deve operare – sottolinea Marco Bianchi, direttore della Scuola regionale Cisl – è stata sempre elemento essenziale per affrontare le esigenze che il mondo del lavoro pone, nelle epoche che si attraversano. È fondamentale saper cogliere il cambiamento in atto: nuova organizzazione del lavoro, altissima tecnologia, nuove professionalità e nuove competenze. Vogliamo stare al passo per accompagnare il cambiamento, tutelando vecchi e nuovi lavori”.

 

Oltre a Stefano Serlini della Fit Cisl di Brescia, altri allievi bresciani della Suola Sindacale Permanente sono Marta Paiardi e Matteo Alberti della Fai Cisl provinciale.

Etichette: nessuna etichetta