Accordo sul contratto per i dipendenti delle Agenzie per il Lavoro

Felsa Cisl, NidiL Cgil, Uiltemp, con i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil, hanno sottoscritto con le associazioni datoriali di settore, Assolavoro e Assosomm, il testo definitivo del rinnovo del contratto collettivo per le agenzie di somministrazione di lavoro. La firma dà seguito all’accordo già siglato dalle parti sociali lo scorso 21 dicembre 2018 e convalidato dalle successive assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori somministrati, svolte su tutto il territorio nazionale, con oltre il 98% dei consensi.

Il nuovo contratto, in vigore sino al 31 dicembre 2021, rafforza, tra le altre cose, il principio della parità di trattamento – in particolare in caso di infortunio e maternità – e l’istituto della clausola sociale negli appalti pubblici.

Aumenta l’indennità di disponibilità per i tempi indeterminati, introduce l’istituto delle ferie solidali e diritti in caso di lavoro stagionale in somministrazione e amplia e aggiorna le prestazioni previste dal welfare di settore.

Inoltre, prevede misure innovative finalizzate a potenziare i contratti a tempo indeterminato nonché la continuità occupazionale per una consistente parte di lavoratori con contratti a termine attraverso l’introduzione di una politica attiva di settore: alla fine della missione, infatti, il lavoratore potrà attivare il “diritto mirato a percorsi di qualificazione e riqualificazione professionale”, ossia scegliere una formazione professionale che gli permetterà di acquisire le competenze necessarie per poter essere ricollocato nel mondo del lavoro. Una politica attiva che si aggiunge al sostegno al reddito erogato dal Fondo di Solidarietà di settore, un assegno aggiuntivo alla Naspi che, con il nuovo contratto, viene riformato nella platea dei potenziali beneficiari e nell’importo, passando da 750 a 1000 € una tantum.

Risultano inoltre rafforzati i diritti sindacali dei lavoratori durante la missione presso un utilizzatore sia per lo svolgimento delle assemblee sia per l’elezione di propri rappresentanti, Rsu. Un rilevante protagonismo è stato riconosciuto alla contrattazione decentrata demandando a livello territoriale la titolarità di accordi volti a favorire stabilizzazioni e la continuità occupazionale.

Etichette: ,