Immigrazione: prima di tutto va messa in campo la nostra umanità

Costruire muri per isolarci non fa parte della nostra storia. Bastano queste parole a raccontare la manifestazione che oggi pomeriggio ha attraversato il centro cittadino per ricordare che di fronte al dramma degli immigrati che fuggono dalla guerra, dalla violenza e dalla miseria in cerca di un futuro occorre mettere in campo prima di tutto la nostra umanità.

Tra le duemila persone che hanno risposto all’appello della quinta edizione della “marcia per l’accoglienza” anche tante bandiere della Cisl, con la Segreteria provinciale al completo, dirigenti, operatori e iscritti a sostenere la richiesta di un cambio di rotta nelle politiche sull’immigrazione con il superamento dei cosiddetti decreti sicurezza e il ripristino del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) e la micro-accoglienza diffusa sul territorio.

 

Etichette: , , ,