Il punto sulla contrattazione decentrata nel bresciano

Brescia torna a fare il punto, attraverso gli indicatori della contrattazione collettiva decentrata, sui temi del lavoro, delle relazioni sindacali e delle relazioni industriali nella realtà provinciale. Lo fa con un convegno che avrà luogo nella mattinata di mercoledì 18 settembre e che analizzerà la contrattazione di secondo livello nella prospettiva del quadro nazionale e delle politiche locali.

 

L’OSSERVATORIO

A fornire dati e materiale alla riflessione è l’Osservatorio promosso da Università degli Studi di Brescia, parti sociali e istituzioni del territorio che dal 2016 raccoglie e cataloga, organizzandoli in una banca dati, gli accordi sindacali stipulati nel bresciano.

 

LE RELAZIONI

Agli interventi di Marzia Barbera, Cristina Alessi, Sergio Albertini e Marco Castellani che nell’Università degli Studi di Brescia accompagnano l’attività dell’Osservatorio, si aggiungeranno i contributi di Claudio Lucifora (nella foto) e Michele Faioli della Università Cattolica di Milano.

 

LA TAVOLA ROTONDA

Seguirà una tavola rotonda a cui prenderanno parte: Roberto Zini (Aib), Paolo Reboni (Cisl), Emilia Serpelloni (Associazione Consulenti del Lavoro), Flavio Squassina (Cgil), Giuseppe Mongelli (Ispettorato del Lavoro), Gianluigi Moretti (Ordine dei Consulenti del Lavoro-Brescia).

Sede del convegno sarà l’Aula Magna del Dipartimento di Economia in via San Faustino 74/B.

 

 

Etichette: , , , ,