Anziani e vaccini antinfluenzali, una campagna da rilanciare

Il Ministero della Salute ha pubblicato i dati, aggiornati al 15 luglio 2019, sulle coperture vaccinali antinfluenzali per la popolazione ultrasessantacinquenne: nell’ultimo anno la percentuale di anziani che hanno fatto il vaccino è passata dal 52,7% al 53,1%. Un segnale sicuramente positivo, ma ancora molto lontano dall’obiettivo minimo del 75% indicato nel Piano Nazionale Vaccini.

La Federazione Nazionale dei pensionati Cisl, insieme a Spi e Uilp, rilancia la promozione delle vaccinazioni tra gli anziani, da quella antinfluenzale a quelle contro lo Zoster e lo Pneumococco, che con le loro complicanze ogni anno causano numerosi decessi.

Mentre nella prima prima metà degli anni 2000 l’andamento dei dati di copertura del vaccino antinfluenzale, negli over65 ha avuto un trend positivo, dal 2009/10 si è registrato un calo progressivo, passando dal 65,6% al 48,6%, registrato nella stagione 2014/2015. La lenta ma costante ripresa, confermata dall’ultima rilevazione del Ministero, ha bisogno oggi di uno sforzo maggiore di informazione e di sensibilizzazione.

L’impegno della Fnp Cisl si inserisce nel programma della “Alleanza per l’invecchiamento attivo” che dal 2004 ha fatto delle campagne per le vaccinazioni degli ultrasessantacinquenni uno dei suoi interventi primari.

 

 

Etichette: , , ,