Pluda (Cisl) sulla crisi di governo: “Serve discontinuità”

Seconda giornata oggi al Quirinale delle consultazioni del Presidente della Repubblica per la soluzione della crisi di governo apertasi martedì sera con le dimissioni del presidente del Consiglio. Nelle pagine dedicate alla situazione politica, il Giornale di Brescia inserisce questa mattina un riquadro in cui riporta il pensiero delle parti sociali, con questo titolo: “Lavoro, lavoro, lavoro: l’appello è corale”.

Raggiunto dalla telefonata del giornalista del quotidiano al Meeting di Rimini dove stava partecipando all’incontro con Annamaria Furlan proprio sui temi della crisi, Alberto Pluda, segretario generale della Cisl bresciana, ha ribadito che l’aspettativa più grande è legata ad azioni concrete e condivise che abbiano al centro gli investimenti su crescita, sviluppo e lavoro, “quello che è mancato completamente nell’ultima legge finanziaria” ha sottolineato il sindacalista.

Per Pluda “ci vuole discontinuità sulla linea economica” del passato Governo”. Fin qui quanto riportato, per ovvie ragioni di sintesi, dal Giornale di Brescia. Ma nella sua dichiarazione il segretario Cisl ha parlato anche della preoccupazione per la “”crescita zero” a cui hanno portato le scelte di Lega e Cinque Stelle, e della follia controproducente di pensare di risolvere la situazione con i sussidi (il reddito di cittadinanza) piuttosto che con investimenti sulla formazione, sulla ricerca e sull’innovazione.

Etichette: nessuna etichetta