Nuovo slancio per la Cisl: ripartire dalle ‘periferie’

Con l’approvazione dei documenti messi a punto nei lavori di commissione e l’intervento conclusivo del segretario nazionale Annamaria Furlan, terminano oggi a Roma i lavori della Conferenza organizzativa della Cisl. Oltre ai sette componenti la delegazione della Cisl provinciale – Alberto Pluda, segretario generale della Cisl di Brescia e i suoi due colleghi di Segreteria Paolo Reboni e Maria Rosa Loda; Sabrina Masotto (Femca); Angela Cremaschini (Cisl FP); Moustapha Fall (Anolf) e Francesco Martinelli (Sportello Sicurezza) – altri tre bresciani, impegnati in ruoli sovraterritoriali, hanno preso parte alla Conferenza: Alessandra Damiani, componente la Segreteria nazionale della Fim; Franco Berardi, della Segreteria nazionale della Cisl Funzione Pubblica; Luisa Treccani, segretario provinciale della Cisl Scuola e delegata alla Conferenza dalla Cisl Scuola Lombardia.

Sono state giornate di approfondimento, di confronto e di elaborazione per dare nuovo slancio all’iniziativa e all’azione della Cisl – sintetizza il segretario generale della Cisl bresciana Alberto Pluda – La parola chiave è stata “cambiamento”, un percorso in cui tutta l’organizzazione è impegnata per ridefinire dal basso, dalle “periferie”, il grande progetto di un sindacato che si impegna per lo sviluppo e la crescita facendo perno sulla difesa della dignità della persona, sull’inclusione sociale e sulla solidarietà”.

 

Nelle foto qui sotto: Luisa Treccani (Cisl Scuola) con Marco Damilano, direttore de L’Espresso, che ha coordinato uno dei dibattiti inseriti nel programma; Franco Berardi (Segreteria nazionale Cisl FP) durante il suo intervento; Alessandra Damiani (Segreteria nazionale Fim) durante una pausa dei lavori.

Etichette: