Carnevali verso la chiusura definitiva. Licenziamento per 20

Finisce nel peggiore dei modi, vale a dire con il licenziamento di venti lavoratori, il tentativo di rilancio dei negozi di abbigliamento Carnevali. Rilevati dal fallimento del 2017 dall’imprenditore di origini cinesi proprietario della catena Aumai, i negozi Carnevali di Brescia e di Lonato, i punti vendita dello storico marchio di abbigliamento si avviano così a scomparire.

Secondo la proprietà a pesare sul tentativo di rilancio sono state “le difficoltà incontrate nel reperimento di nuovi e vecchi marchi, anche a seguito dello sventurato epilogo della precedente proprietà, nonché gli ingenti costi di gestione di una struttura non più in linea con le esigenze del mercato”.

Abbiamo chiesto un incontro urgente alla proprietà a difesa e tutela dei lavoratori – dichiara Walter Chiocci, segretario generale della Fisascat Cisl provinciale che con le altre sigle sindacali ha ricevuto la comunicazione di avvio della procedura di licenziamento collettivo – anche alla luce di quanto è scritto nel documento sul fatto che l’azienda non avrebbe programmato misure per fronteggiare le conseguenze sul piano sociale dei licenziamenti”.

 

 

Etichette: , ,