Mercatone Uno, dall’INPS via libera all’anticipo del Tfr ai lavoratori

“Fermo restando che questa sicuramente rappresenta una boccata di ossigeno, ma che non arriverà però entro fine mese, c’è ancora molto da fare”. Lo afferma la Fisascat Cisl in una nota della Segreteria nazionale sulla vertenza Mercatone Uno (1.800 dipendenti in tutta Italia, 262 in Lombardia, 18 quelli del punto vendita bresciano di Castegnato) dopo la circolare dell’Inps che autorizza le sedi territoriali a rispondere alle richieste di anticipo del Tfr presentate dai lavoratori.

Fisascat Cisl auspica che entro lunedì, come previsto, si arrivi alla nomina dei nuovi Commissari e che la settimana prossima si giunga a concordare la data per l’incontro finalizzato alla retrocessione dei dipendenti all’Amministrazione Straordinaria percorso che consentirebbe l’attivazione della cassa integrazione.

Etichette: nessuna etichetta