Feltri di Marone, in Prefettura per andare oltre i danni del fuoco

Incontro in Prefettura sul futuro della Feltri di Marone. Azienda, rappresentanti dei lavoratori, istituzioni hanno messo in comune valutazioni e disponibilità per consentire una rapida ripresa produttiva. La situazione è complessa, fortemente condizionata dalla sicurezza strutturale dell’edificio a ridosso della ferrovia che è stato divorato dalle fiamme nella notte di venerdì scorso.

La Cisl era presente con il segretario generale Alberto Pluda e la responsabile della Femca Cisl Sabrina Masotto. Il leader provinciale ha manifestato apprezzamento al Prefetto per la convocazione della riunione e all’azienda per avere ribadito la volontà di ripartire al più presto, un segnale di speranza che riguarda l’intera Valle Camonica così duramente interessata negli ultimi anni da preoccupanti fenomeni di deindustrializzazione. Pluda ha anche chiesto che si verifichi la possibilità di avere da Regione Lombardia contributi specifici nel quadro di accordi d’area o di sito produttivo, proponendo che il tavolo prefettizio resti operativo fino alla soluzione della vicenda.

Dal canto suo il segretario generale della Femca Cisl ha auspicato che l’iniziativa del Prefetto possa aiutare anche l’iter di concessione della cassa integrazione a salvaguardia dei moltissimi lavoratori e famiglie che al momento hanno perso il loro posto di lavoro.

 

Etichette: , ,