Agenzia delle Entrate, altissima adesione allo sciopero. Uffici chiusi

Grande partecipazione allo sciopero indetto dalle organizzazioni sindacali a sostegno della vertenza dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate che in Lombardia sono quasi 5.000. “A Brescia – sottolinea Marcello Marroccoli della Segreteria provinciale della Cisl Funzione Pubblica – l’altissima adesione ha comportato la chiusura della maggioranza degli uffici, cosa che non accadeva da tempo. E’ la dimostrazione di quanto sono serie e sentite le problematiche all’origine della protesta: carichi di lavoro insostenibili; rischio dei tagli del salario accessorio 2016-2017 (con una perdita economica per i lavoratori che si aggira sui 2mila euro); confusione organizzativa che mira a destrutturare il fondamentale lavoro dell’agenzia delle entrate. Vogliamo una ripresa immediata della trattativa, altrimenti ci vedremo costretti a scendere in piazza nuovamente“.

Manifestazioni si sono svolte in tutti i capoluoghi regionali. A Milano, presente una nutrita delegazione bresciana, il corteo partito dalla sede regionale dell’Agenzia delle Entrate ha raggiunto la Prefettura, dove una rappresentanza sindacale è stata ricevuta dal Prefetto Aldo Umberto Garsia che si è impegnato a trasmettere al Governo le richieste dei lavoratori.

Etichette: nessuna etichetta