Scuola in piazza il 12 marzo. Basta precarietà!

Precari della scuola in piazza martedì 12 marzo. In tutta Italia, promosse dai sindacati confederali, si terranno manifestazioni davanti agli Uffici scolastici o alle Prefetture per richiamare l’attenzione sulla realtà, ancora troppo diffusa, del lavoro precario che in ambito scolastico continua a rappresentare una vera e propria emergenza.

Da anni si susseguono interventi legislativi in materia di formazione iniziale e reclutamento del personale, da anni governi e maggioranze parlamentari diverse annunciano l’imminente fine del precariato, ma la situazione continua a rimanere quella attestata da numeri che ci riportano impietosamente alla realtà: 150.000 le cattedre attualmente coperte per tutto l’anno scolastico con contratti a termine, una situazione che l’anno prossimo potrebbe essere ancor più pesante con la crescita del numero di pensionamenti prodotta dal meccanismo di quota 100.

“Non che le cose vadano meglio sul versante del personale Ata – lamentano i sindacati – con organici insufficienti e assunzioni limitate ogni anno alla sola copertura del turn over.

 

 

Nel corso delle manifestazioni sarà possibile sottoscrivere la petizione/appello contro ogni ipotesi di regionalizzazione del sistema nazionale di istruzione.

 

 

Etichette: , , ,