#FuturoalLavoro (3) – Occorre una cultura di governo aperta al futuro

Mentre a Roma è in corso la grande manifestazione sindacale per chiedere al Governo un cambio di rotta rispetto alle scelte sbagliate fatte fino ad ora, a Brescia alcune realtà del centro destra hanno promosso un convegno con l’obiettivo di “ascoltare i rappresentanti del territorio per scrivere un progetto che possa rispondere in modo concreto a esigenze e bisogni reali”.

Anche la Cisl è tra le parti sociali invitate ad offrire un contributo alla discussione. Non potendo essere presente, il segretario generale Alberto Pluda ha inviato un messaggio:

“Ringrazio per l’invito e per la scelta che nelle vostre riflessioni lo ha determinato. Lo accolgo volentieri perché la Cisl bresciana sente forte la responsabilità di partecipare alla costruzione del futuro del nostro Paese, di alimentare il dialogo e il confronto democratico.

A chi agisce la disintermediazione, a chi ridicolizza i soggetti di rappresentanza sociale e del lavoro – che lo faccia da Roma, da Milano o da uno qualsiasi dei luoghi in cui esercita un mandato istituzionale – bisogna ricordare con chiarezza che governare significa misurarsi, confrontarsi, mediare.

Per questo intendiamo far sentire la voce dei lavoratori che rappresentiamo. Vogliamo contribuire con idee e proposte alla crescita economica del nostro territorio, per rilanciare un’idea di sviluppo e di modernità”.

 

 

Etichette: ,