La Cisl per gli Amministratori di sostegno | Scopri di più

Mesotelioma, Cisl Lombardia: alzare l’una tantum a 12mila euro
TORNA INDIETRO

Mesotelioma, Cisl Lombardia: alzare l’una tantum a 12mila euro

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 18 Gennaio 2019

Con 5.680 casi, pari al 20,8% del totale nazionale, la Lombardia vanta il triste primato dei malati di mesotelioma. Ogni anno sono in media 355 i nuovi casi, di cui almeno un 30% di origine non professionale (cioè per esposizione ambientale o familiare). Ogni anno, quindi, 106 persone potrebbero beneficiare di una prestazione assistenziale una tantum di maggior conforto.

Lo sottolinea la Cisl Lombardia auspicando l’approvazione di un emendamento al Decreto Semplificazione, in discussione in queste ore, per l’aumento dell’una tantum per i malati di mesotelioma. “La prestazione dell’una tantum – si legge in una nota della Cisl Lombardia – è stata stabilita in maniera cautelativa a 5.600 euro, per un numero di domande che si sono rivelate inferiori per l’80% rispetto a quelle attese. E’ quindi assolutamente possibile alzarne l’importo almeno a 12mila euro, senza alcun aggravio di costi per le finanze pubbliche“.