78mila firme per l’Educazione alla cittadinanza come materia scolastica

Ha raggiunto quota 78mila firme, ben più della soglia minima di cinquantamila , la proposta di legge dei sindaci per introdurre l’Educazione alla cittadinanza tra i banchi di scuola e approda ora alla Camera. Una delegazione dell’Anci ha depositato ieri in Parlamento le firme raccolte nel corso di questi ultimi cinque mesi.

 

Tra queste, oltre 10mila sono state raccolte nella nostra provincia anche grazie all’iniziativa di sostegno alla campagna messa in campo dal Giornale di Brescia (nella foto in basso segretario provinciale della Cisl Alberto Pluda con il direttore del quotidiano Nunzia Vallini)

L’obiettivo della proposta di legge è l’insegnamento non solo dei principi fondamentali della Costituzione nelle scuole ma prevede anche molte novità: come lo studio del diritto del lavoro, delle Istituzioni europee, dell’educazione ambientale, digitale, alimentare e degli enti locali con il supporto dei Comuni a cui è riconosciuto il compito di promuovere iniziative di integrazione dell’offerta formativa delle scuole sul funzionamento delle amministrazioni locali e dei loro organi.

“Un importante obiettivo – ha sottolineato l’ANCI – raggiunto grazie all’impegno di sindaci, amministratori locali, cittadini, studenti, editori di giornali ma anche di volti noti del mondo della cultura e dello spettacolo che hanno creduto nell’iniziativa”.

 

 

Etichette: ,