Natale è anche una grande lezione di educazione alla cittadinanza

Arriva oggi nelle case degli abbonati l’ultimo numero del 2018 del settimanale La Voce del Popolo. Il giornale ha chiesto ad Alberto Pluda, segretario provinciale della Cisl, un articolo su come, da sindacalista, guarda al Natale.

Ecco come l’interessato racconta questa singolare esperienza.

 

 

 

 

PRIMA LA SOLIDARIETÀ

“Mi hanno telefonato dalla redazione chiedendomi di scrivere, da sindacalista, un augurio per il Natale. La prima reazione è stata quella di ringraziare e rinunciare: cosa volete che possa scrivere il segretario della Cisl sul Natale!?

Poi ci ho pensato un po’ e qualcosa ho scritto. Partendo dallo slogan che abbiamo scelto per gli auguri che faremo girare sul nostro sito e sulla nostra pagina Facebook. Lo slogan è: Prima la solidarietà, seguito da tre righe di spiegazione: Solidarietà è una delle parole che ci aiutano a fare sempre attuale il Natale. Un valore che è parte della nostra cultura, principio fondante per la Cisl: guida il nostro impegno di ogni giorno al fianco dei lavoratori, dei giovani, dei pensionati, degli immigrati; al tempo stesso ci aiuta ad alzare lo sguardo su necessità più lontane (il riferimento è al sostegno ai progetti dell’Iscos nel mondo). Nell’uno e nell’altro caso, prima la solidarietà!.

Noi dobbiamo avere il coraggio e l’orgoglio di queste parole. Perché questa è la Cisl. Qualcuno ci dirà che sono parole compromettenti perché il vento soffia da un’altra parte e il quieto vivere impone prudenza.

No. Ci sono principi e valori sui quali non si può tacere.

Non c’è spot, cartellone o vetrina che non dica qualcosa di questo “tempo magico”. E il problema per me è proprio quel qualcosa, perché non ha niente a che vedere con la Festa.

Quale Natale festeggiamo? Quello che ha cancellato il festeggiato o quello che ci chiede di prendere la parte degli ultimi?

Natale è una storia “grande” con un prologo che mostra la piccolezza degli uomini, di chi potrebbe accogliere e non lo fa, di chi potrebbe condividere uno spazio con l’emergenza del momento ma trova mille scuse; storia di forestieri che bussano ma vengono mandati a cercare un po’ più in la.

La scorsa settimana siamo andati in tanti a firmare per sostenere la legge di iniziativa popolare che chiede riportare l’educazione civica nelle materie di insegnamento scolastico.

Ecco, a me viene da pensare che Natale è anche una grande lezione di educazione alla cittadinanza, che misura il tasso di umanità che sappiamo/vogliamo mettere a disposizione della società, delle persone che incontriamo, dei bisogni che ci viene chiesto di affrontare. Sulla base di questo tasso potremo riempire di significati veri il dirci buon Natale!”.

Alberto Pluda
segretario generale Cisl Brescia

 

 

Etichette: