Cisl, tante adesioni alla campagna per l’educazione alla cittadinanza

Anche la Cisl ha firmato per sostenere la proposta di legge di iniziativa popolare che reintroduca l’educazione civica – oggi meglio definita come “educazione alla cittadinanza” – tra le materie di studio nelle scuole.

Lo ha fatto questa mattina il segretario provinciale Alberto Pluda al punto di raccolta allestito dal Giornale di Brescia all’ingresso del Palazzo di Giustizia, lo hanno fatto nel pomeriggio i componenti del Comitato Esecutivo della Cisl a margine della riunione in corso nella sede di via Altipiano d’Asiago, 3 [altre foto sono pubblicate nella pagina Facebook Cisl Brescia].

La campagna lanciata dall’Anci, raccolta e fatta propria dal Giornale di Brescia, è una grande sfida – ha dichiarato Pluda – un investimento di entusiasmo e di energia per tornare a fare più completa l’offerta didattica e formativa della scuola italiana. Ne abbiamo un enorme bisogno. Educare alla cittadinanza significa costruire un Paese più civile, più consapevole dei suoi valori fondanti”.

A livello provinciale tanti sono i Comuni che hanno messo a disposizione i Municipi per la raccolta delle firme: “Faccio appello a tutti gli iscritti, perché in queste ultime 48 ore di raccolta, chi non l’ha ancora fatto dia il proprio sostegno alla campagna”.

I punti di raccolta di domenica in città:
Castello, dalle 8, per la corsa dei Babbi Natale;
PalaLeonessa (10.40-12) per la decima di campionato della Germani Basket Brescia;
Bimbo chiama bimbo (15-17), via Fontane 27/H, per la festa del dono.

In provincia:
Collebeato (9-12) in piazza Italia;
Camignone (11-12.30) durante «In piazza con noi»;
Borgosatollo, vicino alla chiesa;
Gardone Riviera (15-16.30), all’Istituto alberghiero.

Etichette: , , , ,