Premio Panzera 2018: appuntamento il 14 dicembre

Quest’anno l’appuntamento con il Premio Panzera – 28esima edizione di un riconoscimento che è festa della gratitudine e della riconoscenza promossa dai Pensionati Cisl – è per venerdì 14 dicembre, al Centro Paolo VI di Brescia (l’immagine è tratta dal cartoncino di invito alla manifestazione).

Com’è ormai tradizione la consegna dei premi sarà preceduta dall’intervento di apertura del segretario generale Fnp Giuseppe Orizio, e da una riflessione a più voci su aspetti del contesto culturale e sociale in cui si sviluppa l’attività di rappresentanza della categoria. Il tema proposto quest’anno riguarda la condizione e il ruolo dell’anziano, il suo futuro, in una società che diventa sempre più anziana.

 

L’ANZIANO E IL SUO FUTURO

“Ogni età della vita – scrive Alfonso Rossini, incaricato per il Premio Panzera dalla Segreteria dei Pensionati Cisl – trova un’attività che la identifica in maniera peculiare: lo studio nell’età della giovinezza, il lavoro nell’attività adulta. Manca un elemento identificativo specifico per gli anziani, se non l’essere pensionati o nonni.

Così come manca una consapevolezza diffusa sulle implicazioni che il processo di invecchiamento ha sul piano delle relazioni sociali, delle concezioni e degli stili di vita, della adeguatezza del sistema di welfare socio – assistenziale – sanitario.

Riconoscere l’identità e il ruolo sociale dell’anziano, le sue potenzialità come risorsa vitale per l’intera società, insieme alle tante fragilità e vulnerabilità che subentrano inevitabilmente nel procedere dell’età, è un fattore cruciale per far maturare la consapevolezza di un nuovo livello di convivenza civile che fa della cura e del benessere delle persone un obiettivo praticato di azione sociale e politica”.

I RELATORI

A discuterne saranno: Sandro Antoniazzi, presidente dell’Associazione Convivialità; Chiara Benini, direttore della Fondazione Brescia Solidale; Marco Carcano, sociologo dell’organizzazione.

 

 

 

Etichette: