Posti di lavoro (e servizio) a rischio al presidio ospedaliero di Leno

I lavoratori dell’Ospedale di Leno hanno dato vita questa mattina ad un presidio di protesta davanti all’ingresso del presidio ospedaliero di Leno, una dipendenza dell’Asst del Garda.

Un’iniziativa che ha voluto rendere evidente la preoccupazione dei dipendenti per il loro futuro occupazionale dopo che l’ente gestore dei 50 posti letto di riabilitazione si è visto costretto a rinunciare all’appalto per la precarietà dell’incarico affidato dall’Asst del Garda e per l’inserimento nel bando di gara non solo del servizio ma anche della ristrutturazione degli immobili.

Nonostante la pioggia i lavoratori hanno distribuito agli utenti del presidio un volantino in cui è riassunta la loro situazione [leggi qui il documento sindacale].

 

 

 

 

 

Etichette: nessuna etichetta

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511