Iper Simply e Simply SMA, lavoratori in sciopero in tutta la provincia

I 1.300 lavoratori dei 28 punti vendita Simply nel bresciano si preparano allo sciopero. Fisascat Cisl e le altre sigle del commercio lo hanno proclamato per mercoledì 31 ottobre, con un presidio davanti agli uffici della Società SMA (Gruppo Auchan Retail), che si trovano all’interno del Centro Commerciale le Rondinelle.

 

 

 

COSA STA SUCCEDENDO

Come la maggior parte della Grande Distribuzione Organizzata anch’essi hanno subito il duro colpo della crisi che negli ultimi anni ha stroncato i fatturati nonostante le domeniche, i giorni festivi e le lunghe giornate d’apertura, che obbligano i dipendenti ad una flessibilità estrema.

 

INCONTRO SENZA RISPOSTE

Nell’incontro tenutosi a Roma il 25 settembre scorso, Filcams Cgil , Fisascat Cisl e Uiltucs hanno chiesto chiarezza e trasparenza sul piano industriale di rilancio, che invece di tranquillizzare preoccupa molto i dipendenti. Solo quest’anno sono stati chiusi quattro negozi su tutto il territorio nazionale, tra cui la filiale sita presso il Centro commerciale Margherita d’Este che fortunatamente non ha creato esuberi. Molti punti vendita, compresi i dipendenti, sono in procinto di essere ceduti ad altre società, ultimo in ordine cronologico la scorsa settimana il Simply di San Paolo D’Argon (BG).

 

PERDITE PER 108 MILIONI DI EURO

Non sono sufficienti le molte trasformazioni dei punti vendita da SMA in Auchan per recuperare una perdita che sfiora il -6% sul 2017, stimata in 103 milioni di euro per il 2018; un dato estremamente preoccupante che ha portato le rappresentanze sindacali a chiedere un incontro al Ministero per lo Sviluppo Economico per discutere della grave crisi in cui versa l’azienda.

 

COME SE NON BASTASSE…

La ciliegina sulla torta che ha fatto infuriare lavoratrici e lavoratori è arrivata a fine settembre con la disdetta del Contratto Integrativo Aziendale che mette a rischio, oltre diversi diritti acquisiti in tanti anni di contrattazione, un premio mensile di 108 euro su cui l’azienda non vuol transigere.

 

 

Etichette: nessuna etichetta