Treni, scioperano i lavoratori delle aziende in appalto
TORNA INDIETRO

Treni, scioperano i lavoratori delle aziende in appalto

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 21 Settembre 2018

Lunedì 24 settembre sciopero nazionale del personale dipendente – complessivamente si tratta di 10mila lavoratori – delle aziende che operano in appalto, per conto del Gruppo FS Italiane, nella pulizia dei treni, delle stazioni e nei servizi accessori, nella ristorazione e pulizia a bordo treno e nell’accompagnamento sui vagoni notte.

Lo hanno proclamato Fit Cisl, Filt Cgil, Uiltrasporti, Ugl Taf e Fast Confsal, denunciando che a causa dell’esaurimento degli ammortizzatori sociali sono state avviate procedure di licenziamento collettivo che mettono complessivamente a rischio 2 mila addetti.

“Al Ministero del Lavoro – spiegano le organizzazioni sindacali – spetta il compito di risolvere la questione degli ammortizzatori, la cui scadenza coincide con il giorno dello sciopero, e della validazione delle tabelle, convenute tra le parti, che stabiliscono il costo del lavoro minimo in caso di cambio appalto. Alle Fs invece chiediamo, nelle procedure di affidamento dei lotti messi a gara, di non premiare l’offerta con ribassi eccessivi e di applicare, nel rispetto delle disposizioni di legge del settore, le clausole sociali e contrattuali”.