Sicurezza sul lavoro, Rls e Agenzia di Tutela della Salute a confronto

Si è tenuto questa mattina nell’Auditorium della sede Cisl di Brescia il terzo “venerdì della sicurezza 2018”, dedicato nello specifico al “ruolo dell’ATS (ex ASL) in materia di salute e sicurezza”; vi hanno partecipato gli RLS (Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza) delle diverse Categorie della Cisl, sia del comparto pubblico che di quello privato.

A discutere il tema sono stati Pierangelo Bertolini, Dirigente Responsabile dell’Unità Operativa Vigilanza e Controllo, e Nunziata Deufemia, medico del lavoro di ATS Brescia.

E’ stata un’importante ed utile occasione di confronto con l’Istituzione preposta alle attività di vigilanza ed di controllo in materia di salute e di sicurezza nel nostro territorio.

I contenuti trattati hanno riguardato il ruolo e le funzioni degli organismi di vigilanza in materia sicurezza sul lavoro, il ruolo e le funzioni del servizio di prevenzione (Psal) e le relazioni di quest’ultimo con i rappresentanti dei lavoratori (Rls e Rlst). La disponibiltà all’ascolto e al confronto espresso dai relatori ha consentito un dibattito molto ampio e molto franco.

Nel ringraziare l’ATS di Brescia e i presenti, Paolo Reboni, componenre la Segreteria provincial della Cisl ha sottolineato l’importanza del costante confronto con tutti i protagonisti del sistema sicurezza nei luoghi di lavoro e della necessità di fare sicurezza tutti i giorni, ognuno nei propri ruoli e compiti.

Reboni ha inoltre espresso rinnovata preoccupazione in merito alla condizione del mancato tournover del dipartimento di prevenzione e sicurezza dell’ATS

 

 

 

 

 

Etichette: nessuna etichetta

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511