Enel: sindacati proclamano stato di agitazione e sciopero straordinari

Incontro senza esito quello tra Enel e organizzazioni sindacali. Enel – si legge in una nota sindacale – ha mantenuto le sue posizioni sia in merito ai nuovi assetti su distribuzione, mercato, termoelettrico e Enel Green Power, che sulle mancate assunzioni, lavoratori interinali e contrattazione di secondo livello. Immediata la risposta fi Flaei Cisl, Fictem Cgil e Uiltec: avvio dello stato di agitazione dal 3 settembre fino al 2 ottobre 2018 sciopero dello straordinario in tutta l’Azienda, dunque, spostamento d’orario e ore viaggio eccedenti il normale orario di lavoro. Senza escludere il ricorso allo sciopero generale.

Le organizzazioni sindacali chuiedono intanto al Governo di essere convocate per approfondire la delicata situazione di Enel  chenonostante l’importante risultato netto (+40.7%) e ricavi di oltre 74 miliardi di euro (+5,7%), continua a ridurre l’occupazione.

Etichette: nessuna etichetta