Enel in Valle Camonica, un altro abbandono. Allarme dei sindacati

L’abbandono del territorio da parte di Enel significa eliminazione o dispersione di possibilità occupazionali e di ricchezza. È una scelta sbagliata”. Cisl e Cgil prendono nuovamente posizione sulla ventilata possibilità che Enel rinunci alla squadra operativa oggi distaccata a Edolo. Va ricordato che due anni fa Enel ha chiuso un altro importante presidio, quello di Breno.

“Negli ultimi dieci anni – scrivono i sindacati – Enel ha realizzato ristrutturazioni” facendo credere che la tecnologia, più delle persone, avrebbe migliorato la qualità del servizio. Non è stato così. Non è così. Per questo Cisl e Cgil chiedono alle istituzioni e alla politica di intervenire, sollecitando un incontro per documentare la loro denuncia.

Etichette: nessuna etichetta