Asst Garda (Desenzano e Manerbio): un’estate piena di problemi

Viene da tre assemblee generali di tutto il personale della Asst del Garda (Ospedali di Desenzano e Manerbio) la  sveglia data alla dirigenza sulla necessità di garantire ai lavoratori almeno i periodi di ferie. Almeno quelle, perchè per il resto, leggasi cronica carenza di personale e inefficienze organizzative, la Direzione generale ha rimandato il confronto con il sindacato al prossimo autunno.

E’ da febbraio che Cisl Funzione Pubblica, Fp Cgil e Uil Fpl sollecitano la Direzione Generale sul problema del sovraccarico dei turni, del salto sistematico dei riposi settimanali e delle integrazioni di personale necessarie a garantire il servizio anche nei mesi estivi.

Finalmente nei giorni scorsi l’Azienda ha convocato le organizzazioni sindacali: in attesa che gli operatori assunti per mobilità o dalle graduatorie concorsuali – ha comunicato – prendano servizio, ha deciso di assumere del personale interinale. Meglio tardi che mai, anche se non sfuge a nessuno che i tempi tecnici delle pratiche, i nuovi assunti saranno in corsia ormai ad estate inoltrata.

Messa questa ennesima pezza, il problema – denunciano i sindacati – resta: i continui tagli del bilancio impediscono l’assunzione stabile del personale necessario e gli operatori sono costretti a turni pesanti accumulando ore straordinarie e ritardi nel godere delle ferie. Questo è il vero tema da affrontare in maniera seria e non emergenziale.

Etichette: nessuna etichetta