Appalti scolastici, la protesta bussa all’INPS e in Prefettura

Giovedì 31 maggio le lavoratrici degli appalti scolastici tornano a protestare per la loro condizione contrattuale. Ad ogni fine anno scolastico sono lavoratrici “in sospensione”, rimanendo per tre mesi senza copertura previdenziale e senza stipendio.

Metteranno in atto un presidio dalle 8,45 alle 10 davanti alla sede dell’Inps in via Benedetto Croce 32; nel pomeriggio, dalle 16 alle 18, saranno invece davanti alla sede della Prefettura.

Lavoratrici e rappresentanti sindacali di Cgil Cisl Uil chiederanno di incontrare il direttore dell’Istituto di previdenza e il Prefetto.

Etichette: , , , ,