Sanità e Funzioni locali, contratti operativi. A giugno gli arretrati

Le ultime firme sono state fatte oggi nella sede dell’Aran, l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni. Il contratto di lavoro 2016/2018 per un milione e 200mila lavoratori della sanità, delle Regioni, delle Province e dei Comuni è finalmente operativo, sia per la parte giuridica che per la parte economica.

Tra le novità del nuovo contratto quella dell’istituzione di un’apposita Commissione che avrà tempo fino a luglio per ridisegnare l’attuale classificazione del personale per tutte le aree professionali.
Tra giugno e luglio in busta paga arriveranno gli scatti mensili di 85 euro medi e gli arretrati, che vanno, a seconda delle fasce e dei livelli, da 500 a 900 euro.

Per la Cisl a firmare in via definitiva i contrattio sono stati il segretario confederale Ignazio Ganga e il segretario generale della Cisl Funzione Pubblica Maurizio Petriccioli

Etichette: , , , ,