Il lavoro sicuro è motore dello sviluppo

“Vogliamo un lavoro dignitoso e sicuro, che sia motore di sviluppo”. Una frase di Tania Scacchetti, oratore ufficiale della manifestazione, che fa sintesi delle parole che questa mattina hanno scandito i diversi momenti del Primo Maggio a Brescia. Tema centrale è stato quello della salute e della sicurezza, con i dati su infortuni e malattie professionali a dire che il nostro Paese deve voltare pagine e aprire una stagione di investimenti per la formazione in cultura della sicurezza.

Nella fotografia, da destra: Tania Scacchetti (Cgil nazionale), Alberto Pluda (segretario provinciale Cisl), Mario Bailo (Uil), Silvia Spera (Cgil)

Etichette: ,