190.000 bresciani si sono rivolti lo scorso anno al Sistema Servizi Cisl

Lo Speciale Associazionismo che il Giornale di Brescia manderà in edicola nei prossimi giorni torna a mettere l’accento sui dati del Sistema Servizi della Cisl bresciana che nel 2017 ha dato risposte a 190.253 persone: 125.264 cittadini si sono rivolti al Caf Cisl; 42.714 al Patronato INAS; 3.591 all’Adiconsum, l’associazione dei consumatori; 1.930 allo Sportello Casa e Territorio; 4.348 all’Ufficio Vertenze; 4.338 all’Anolf, lo sportello per i lavoratori stranieri.

COMPETENZE AL SERVIZIO DEGLI ISCRITTI, DEI LAVORATORI, DEI CITTADINI

Sono numeri importanti che confermano la qualità di ciò che la Cisl mette a disposizione dei suoi iscritti, dei lavoratori e dei cittadini, qualità dei Servizi che va di pari passo con la competenza, la disponibilità e la professionalità degli operatori che accolgono e danno risposte alle persone.

L’UFFICIO VERTENZE

Sono 6milioni 980mila euro le spettanze recuperate dall’Ufficio Vertenze nelle 143 procedure concorsuali (a favore di 443 lavoratori), nelle 60 vertenze collettive (riguardanti 252 lavoratori) e nelle 461 vertenze individuali; 2.528 sono stati invece i lavoratori assistiti dal Servizio per le dimissioni telematiche.

IL CAF CISL 

Nel consuntivo di attività del Caf Cisl i numeri più consistenti sono quelli per la compilazione del 730 (59.339 pratiche) e del Modello Unico (2.631); ma ci sono anche 19.016 pratiche per l’Isee, mentre lo scorso anno l’attività del Centro Assistenza Lavoro Famigliare di pratiche ne ha registrate complessivamente 5.686.

Etichette: