MediaWorld, sciopero nei negozi di Brescia ed Erbusco a difesa dell’occupazione

Sabato 3 marzo incroceranno le braccia per uno sciopero i lavoratori MediaWorld coinvolgendo nel nostro territorio i puntiti vendita di Brescia e di Erbusco che contano complessivamente 80 dipendenti. Fisascat Cisl e Filcams Cgil spiegano in una nota che lo sciopero è stato deciso per contrastare le decisioni di Mediamarket, la società che controlla i negozi a marchio MediaWorld.

L’azienda ha infatti annunciato la chiusura al 31 marzo 2018 dei punti vendita di Grosseto e Milano Stazione Centrale; della cessazione definitiva del contratto di solidarietà? il prossimo 30 aprile con la conseguente volontà? di risolvere definitivamente gli esuberi; del trasferimento della sede amministrativa di Curno (Bergamo) a Verano Brianza (Milano) con 500 lavoratori costretti a spostamenti di 100 chilometri al giorno se vogliono mantenere il posto; e, infine, dell’eliminazione, a far data dal primo maggio 2018, della maggiorazione domenicale del 90% riconoscendo il solo 30% previsto dal Contratto Nazionale di lavoro.

L’obiettivo della mobilitazione è quello di indurre l’azienda a riconsiderare le decisioni annunciate e riportare le relazioni sindacali ad un confronto costruttivo che si ponga prima di tutto l’obiettivo di salvaguardare l’occupazione e migliorare le condizioni di lavoro.

Etichette: , , , ,