Inaugurata da Cisl Lombardia la Scuola Sindacale Permanente.
TORNA INDIETRO

Inaugurata da Cisl Lombardia la Scuola Sindacale Permanente.

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 27 Febbraio 2018

 Andrea Panati (Femca Cisl Brescia)Formare sindacalisti competenti, preparati e al passo coi cambiamenti in atto nel mondo del lavoro, dell’economia, del sociale. È l’obiettivo della Scuola sindacale permanente, promossa dalla Cisl Lombardia.

Ventuno giovani sindacalisti, futuri quadri dirigenti delle unioni territoriali e delle categorie, dal prossimo 8 marzo alla primavera del 2019 saranno impegnati in un intenso percorso formativo che si svilupperà per un totale di 40 giornate d’aula, articolate su un impegno mensile di 32 ore. Del gruppo fa parte anche il bresciano Andrea Panati (foto), 34 anni, operatore tecnico della Femca Cisl provinciale.

“In questo tempo della tecnica invasiva, dei sistemi produttivi in continuo e frenetico cambiamento – ha sottolineato nel suo intervento il segretario generale della Cisl Lombardia, Ugo Duci – chi nei prossimi anni dovrà assumere responsabilità nell’organizzazione dovrà essere un gruppo motivato, preparato e rinnovato. Oggi diamo concretezza all’impegno assunto al congresso regionale di strutturare una nostra scuola sindacale per poter contare su un gruppo dirigente preparato e motivato, con lo sguardo rivolto al futuro più che al passato, al quale potremo lasciare le chiavi della Cisl, con la fiducia che la fiaccola del sindacato nuovo resterà ancora accesa a lungo, più luminosa che mai”.

La Scuola sindacale permanente è organizzata dal dipartimento Formazione sindacale della Cisl Lombardia, in partnership con IAL Lombardia, e si avvale della docenza di professori universitari, esperti e specialisti delle diverse materie.“Con oltre oltre 12mila persone formate ogni anno in Lombardia – ha detto Matteo Berlanda, presidente dell’ente di formazione professionale – IAL vuole portare a questa scuola le proprie competenze tecniche in campo formativo. E’ un segnale di un potente investimento sia sul piano organizzativo che culturale. Stiamo affermando nei fatti che la formazione conta. Che l’intera filiera formativa è affare nostro. E che quindi ci interessa il futuro, non solo l’oggi o il domani”.

Nella Scuola sindacale permanente – ha sottolineato Marco Bianchi, responsabile del dipartimento Formazione Cisl Lombardia – si intendono valorizzare in particolare tre concetti chiave: identificazione, apprendimento e argomentazione. Quest’ultima, in particolare, aiuta a strutturare nella società e nelle organizzazioni complesse la convivenza in chiave di rinnovata moralità, a elaborare comuni categorie di valutazione, a creare consenso, a ricomporre i conflitti nella società e nelle organizzazioni complesse”.

Le prime giornate di lezione sono in calendario l’8 e il 9 marzo.