Camere di Commercio, decreto sul riordino. Petriccioli (Cisl): salvaguardare il personale

Camere di Commercio, firmato dal Ministro dello Sviluppo economico il decreto per la riforma ed il riordino del settore. Con gli accorpamenti e la rideterminazione delle circoscrizioni territoriali il numero delle Camere di Commercio passa da 95 a 60, così come viene ridefinito il numero delle aziende speciali, che dalle 96 attuali si riducono a 58; le sedi secondarie scendono del 20% con una riduzione complessiva di un quarto dei metri quadrati utilizzati e la messa a reddito degli uffici non utilizzati. Rivista anche la dotazione organica delle Camere Commercio che nel 2019 sarà di 6.700 unità contro le 8.800 unità del 2016.

Efficienza e migliore organizzazione dei servizi sono da sempre obiettivi anche del sindacato, ma va posta “attenzione alla salvaguardia delle attività e del personale che ogni giorno opera in questi enti. Come Cisl Funzione Pubblica – ha dichiarato il segretario confederale Maurizio Petriccioli – continueremo a vigilare sul piano di riordino affinché una riorganizzazione generale del sistema delle Camere di Commercio non pregiudichi l’occupazione e il livello e la qualità dei servizi erogati”.

Etichette: , , , ,