Strage di Brescia, confermato l’ergastolo a Maggi e Tramonte
TORNA INDIETRO

Strage di Brescia, confermato l’ergastolo a Maggi e Tramonte

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 20 Giugno 2017

La colonna sbrecciata dalla bomba che uccise 8 persone e ne ferì oltre cento (Ph Fotolive)La Corte di Cassazione ha confermato le condanne all’ergastolo per i neofascisti Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte, accusati per la strage di piazza della Loggia avvenuta a Brescia il 28 maggio 1974. La notizia è stata battuta dall’agenzia ANSA alle 23,51.

Il verdetto conferma la sentenza emessa in Corte d’assise d’appello di Milano il 22 luglio 2015, nel processo d’appello bis. Il procuratore generale della Suprema Corte aveva chiesto la conferma del carcere a vita ricordando i depistaggi delle indagini e affermando che per il popolo italiano “è arrivata l’ora della verità” su questa vicenda “che ha inciso il tessuto democratico”.