Cisl Università, il congresso conferma Maria Luisa Mazzi segretario generale
TORNA INDIETRO

Cisl Università, il congresso conferma Maria Luisa Mazzi segretario generale

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 14 Febbraio 2017

maria luisa mazzi, segretario generale cisl università bresciaMaria Luisa Mazzi è stata riconfermata segretario generale della Cisl Università provinciale. L’elezione è avvenuta al termine del congresso della categoria che ha riunito in un’aula della Facoltà di Ingegneria i delegati eletti nelle assemblee degli iscritti dell’Università degli studi di Brescia e della sede cittadina dell’Università Cattolica.

Su proposta del segretario generale la Segreteria è stata poi completata con la conferma di Giacomo Cavagnini (Cattolica) e l’elezione di Assunta Beatrice (Statale) che sarà segretario generale aggiunto.

Nella relazione introduttiva del congresso (celebrato lunedì 6 febbraio), Luisa Mazzi ha evidenziato come sia complicato per il sindacato muoversi in assenza di un contratto nazionale,  scaduto ormai dal 2009. E’ questa un’urgenza che il Governo non solo continua ad ignorare – ha detto il segretario –  con l’intervento periodico di norme punitive succedutesi negli anni ed applicabili con difficoltà su contratti diversi per le università pubbliche e private.

Pesa poi l’incapacità della classe politica di controllare i propri dirigenti, con un tour- over orientato esclusivamente all’accademia, il tutto alimentato da una giudizio mediatico battente, costantemente impegnato a denigrare i dipendenti pubblici:  e così, a fronte di pochi disonesti facilmente perseguibili, ad andarci di mezzo è la reputazione generale di tutto il pubblico impiego.

“Nonostante il clima nazionale – ha concluso Luisa Mazzi – la categoria grazie ad un accurato coordinamento regionale tra gli atenei lombardi, è stata in grado di produrre accordi integrativi che hanno assicurato la tenuta e il miglioramento del welfare di ateneo (asili nido per i figli dei dipendentgi, centri estivi, assistenza agli anziani, polizza sanitaria), anticipando di parecchi mesi il dibattito parlamentare di questi giorni”.