Parchi e scuole più sicuri con i volontari che fanno assistenza civica
TORNA INDIETRO

Parchi e scuole più sicuri con i volontari che fanno assistenza civica

< 1 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 21 Gennaio 2017

Il Comune di Brescia ha rinnovato gli accordi di collaborazione con Anteas, Auser e Assoarma Educazione e sicurezza che coordineranno oltre 200 volontari, in maggioranza pensionati, per garantire con la loro presenza maggiore sicurezza attorno alle scuole e nei parchi cittadini. “Il loro compito – è stato sottolineato nell’incontro di presentazione dell’intesa – è quello di assicurare il rispetto delle norme e promuovere comportamenti positivi, facendo leva sul buon senso e sul dialogo”.

Il protocollo sottoscritto in Palazzo Loggia – per l’Anteas c’era il presidente Giovanni Vezzoni – avrà durata triennale con un impegno economico dell’Amministrazione comunale di 230mila euro a copertura delle sole spese vive del servizio.

I volontari di Anteas, Auser e Assoarma  saranno all’esterno di 14 scuole, 32 parchi del centro, 6 parchi nel quartiere di Chiesanuova; garantiranno anche il rispetto dell’ordinanza sanitaria a protezione dei cittadini nelle aree verdi attigue alla Caffaro.

La sicurezza si fa insieme, e più una zona è vissuta, meno sarà teatro di devianza e degrado” ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia Valter Muchetti, ricordando che all’impegno degli assistenti civici si unisce quello degli 80 lavoratori impegnati in progetti socialmente utili che all’inizio e al termine delle lezioni favoriscono gli attraversamenti pedonali degli alunni all’esterno delle scuole.