Berardi (Cisl Fp): dal contratto spinta all’innovazione della pubblica amministrazione

cisl-fp-brescia-2Le prime frasi di un libro, di un articolo o di un discorso sono decisive per catturare l’attenzione di chi legge e di chi ascolta; devono immediatamente far cogliere il senso del testo e il percorso che prenderà.

E’ cosi anche per il documento che Governo e sindacati hanno siglato per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei dipendenti pubblici. Un incipit che Franco Berardi riporta integralmente nell’intervento che il Giornale di Brescia pubblica questa mattina nella pagina riservata ai commenti e alle opinioni degli editorialisti che di volta in volta chiama ad esprimersi.

IL RUOLO DELLA PERSONA

I lavoratori sono il motore del buon funzionamento della pubblica amministrazione: da loro, dall’organizzazione del lavoro, nonché dall’organizzazione delle singole amministrazioni, dipendono principalmente i tempi di risposta e la qualità dei servizi che vengono offerti ai cittadini e alle imprese. Il settore pubblico ha bisogno di una profonda innovazione, che parta dai bisogni delle persone e che si ponga al fianco e non al di sopra di cittadini e imprese”.

I LAVORATORI SARANNO IL MOTORE DEL CAMBIAMENTO 

Una dichiarazione d’intenti che il segretario provinciale della Cisl Funziona Pubblica (che da martedì è anche segretario generale della categoria a livello regionale) spiega e puntualizza nel suo intervento: “Con la firma del contratto abbiamo cambiato le regole del gioco: da qui in avanti, come nel privato, saranno le parti a decidere le materie da regolare con la contrattazione. Vale a dire meno legge e più contratti per dare più valore alle competenze dei lavoratori anche nell’innovazione organizzativa che serve ai nostri enti. I lavoratori pubblici conteranno di più e saranno il motore della pubblica amministrazione 4.0″.

 

Etichette: , , , ,

CISL BRESCIA: Uffici aperti. Accessi in sicurezza regolati su prenotazione allo 030 3844 511