Cinema e lavoro, il Premio Gavioli 2016 ad un documentario prodotto da Iscos Cisl
TORNA INDIETRO

Cinema e lavoro, il Premio Gavioli 2016 ad un documentario prodotto da Iscos Cisl

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 16 Novembre 2016

un-frame-del-fim-small-fish“Small fish” di Tommaso Facchin, girato in Cina e prodotto da Iscos Cisl, ha vinto il premio “Salute e sicurezza sul lavoro” del concorso promosso dal Museo dell’industria e del lavoro di Brescia. Il film racconta di una organizzazione non governativa che offre supporto e consulenza legale ai lavoratori di Yongkang. Una testimonianza toccante della complessità politica, fisica ed esistenziale della condizione operaia in quella che oggi è l’officina del mondo.

LA STORIA

L’ufficio-casa di Huang Caigen, ex operaio vittima di un incidente sul lavoro e fondatore della Ong “Small fish”, è un punto di riferimento per i migliaia di lavoratori che, provenienti dalle province cinesi più povere e impiegati nel ciclo di lavorazione di metalli, subiscono infortuni in una delle innumerevoli officine della città.

LA MOTIVAZIONE DEL PREMIO

La giuria ha riconosciuto in “Small fish” la capacità di raccontare in modo efficace e sensibile la realtà del lavoro in questa regione cinese e delle persone che la vivono

IL CONCORSO

La nona edizione del concorso, che è intitolato al regista Roberto Gavioli, ha raccolto quasi 40 candidature, provenienti da case di produzione e videomaker di tutta Italia. Le opere pervenute offrono un quadro articolato ed estremamente ricco della realtà lavorativa attuale, come attestato dai profili delle otto opere finaliste: dal lavoro artigiano alla logistica, dalla cooperazione internazionale al mondo della finanza, dalle storie di industrie di ieri alla documentazione delle nuove professioni, il lavoro viene osservato nella sua complessità, tecnologica e umana.