Brescia è la sesta provincia italiana con più immigrati (che comunque diminuiscono)

Prato, Piacenza, Milano, Parma, Modena, Brescia, Mantova, Firenze, Roma, Reggio Emilia. Sono le dieci province italiane con il maggior numero di immigrati rispetto alla popolazione. E’ quanto emerge dal Dossier Statistico Immigrazione 2016 presentato oggi in tutta Italia (per la Lombardia a Milano nella sede della Cisl).

Quasi un quinto degli immigrati presente in Italia vive in Lombardia: si tratta di 1.149.011, ovvero il 22,9% dei 5.026.153 presenti nel nostro Paese. Questo significa che l’11,5% della popolazione, in Lombardia, è straniera, media ben più alta dell’8,9% a livello nazionale.

Per quanto riguarda richiedenti asilo o rifugiati ospitati in strutture d’accoglienza in Lombardia, la percentuale scende notevolmente: a luglio 2016 erano 18.338 ossia il 13% del totale accolto in Italia, meno dello 0,2 dei 10 milioni di abitanti della regione.

Gli immigrati sono per la stragrande maggioranza giovani: il 75,9% ha meno di 44 anni e il 23,9% è minorenne.

In Lombardia la maggiore concentrazione è nell’area metropolitana di Milano dove vive il 38,9%, seguita da Brescia (12,9%) dove comunque, come rilevato pochi giorni fa dal Cirmib, il numero degli immigrati è diminuito dell’1,8%  (tremila residenti cancellati dai registri anagrafici) per effetto della crisi economica, della riduzione di opportunità e delle difficoltà a mantenere e a trovare il lavoro.

 

 

le-10-province-con-piu-immigrati

Etichette: , , ,