Guarda la registrazione del convegno  E’ POSSIBILE SUPERARE L’OSTACOLO DELLE PAURE? clicca QUI

Caporalato, la Camera ha approvato il decreto legge contro lo sfruttamento del lavoro
TORNA INDIETRO

Caporalato, la Camera ha approvato il decreto legge contro lo sfruttamento del lavoro

2 min per leggere questo articolo

Pubblicato il 19 Ottobre 2016

caporalatoLa Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il decreto legge per il contrasto al caporalato e allo sfruttamento del lavoro in agricoltura.

Con il via libera alla legge vengono introdotte “maggiori garanzie per la tutela della dignità dei lavoratori agricoli, alcune innovazioni concrete sul lato penale che alzano il livello del contrasto come è stato fatto contro la criminalità organizzata e rafforzate le misure a favore delle imprese agricole in regola”.

 

Una buona notizia che non riguarda solo le situazioni più eclatanti denunciate in questi anni nel Sud Italia, ma – come dimostrano le notizie di qualche giorno fainterviene anche a salvaguardia dei tanti lavoratori occasionali reclutati, ad esempio, nei vigneti del nostro territorio.

Finalmente l’Italia guadagna una legislazione aggiornata, con norme penali stringenti e più forti strumenti di contrasto partecipato – ha commentato il segretario generale della Cisl Annamaria Furlan – un vero traguardo di civiltà, frutto anche della mobilitazione del sindacato di categoria e confederale, che da oltre un anno incalzano le istituzioni in tal senso.

Tra le novità più importanti dalla legge, l’introduzione delle pene non solo per il ‘caporale’ ma anche per le imprese che sfruttano il lavoratore: fino a sei anni di carcere (che possono arrivare fino ad otto se c’è violenza o minaccia) per chi commette il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Oltre al carcere, è punito anche con una multa da 500 a 1.000 euro per ciascun lavoratore reclutato, che possono arrivare fino a 2.000 euro per ogni lavoratore se vi è l’aggravante della minaccia o violenza

La legge individua inoltre nella contrattazione e nella bilateralità due elementi centrali di una strategia che valorizza il ruolo del mondo del lavoro e dell’impresa. Va in questo senso il potenziamento della cabina di regia istituita presso l’Inps per orientare in modo collegiale le ispezioni e il consolidamento della rete del lavoro agricolo di qualità, nella quale confluiscono anche gli enti paritetici agricoli.

 

conquistedellavoro.it